Le trazioni alla sbarra (Pull-Up) rappresentano un buon esercizio non solo per distendere i muscoli della schiena ma anche per rinforzare addominali, braccia e spalle. Se poi il tutto viene svolto con la Pull-Up Mate allora i risultati possono essere migliori.


variazioni degli esercizi con la Pull-Up Mate



La Pull-Up Mate ti consente di poter ricreare in casa tua una piccola area dedicata ai tuoi allenamenti, riunendo in poco spazio più attrezzi da palestra in un’unica macchina, dandoti modo di eseguire più esercizi grazie ad un solo attrezzo. Sono diversi gli esercizi che puoi svolgere sull’attrezzo. Qui segnaliamo le 7 migliori variazioni possibili di trazioni alla sbarra Pull-Up.


  1. Piegamenti Modificati:

    Ti basta ribaltare la Pull-Up Mate poggiando la sbarra superiore a terra e fare in modo di trovare un appoggio con una mano su un ferro della struttura, mentre l’altra appoggia al pavimento. Così facendo la mano in presa sul telaio della Pull-Up Mate si trova più alta rispetto all’altra. Disteso, abbassa il corpo fino a toccare con il petto la mano rialzata e poi ritorna in posizione iniziale.


  2. Piegamenti delle gambe:

    iegamenti delle gambe

    La Pull-Up Mate ti consente di lavorare anche con le gambe, stabilizzando i muscoli pettorali e la zona del bacino. Con una presa salda da trazione, immaginare di volersi sedere a mezz’aria e sollevare le gambe formando un angolo di 90° tra l’addome e i quadricipiti. Eseguire l’esercizio lentamente e in pieno controllo permette di “sentire” la solidità e la stabilità dei muscoli dell’addome.


  3. Flessioni o Push Up:

    Con la Pull-Up Mate puoi svolgere anche i piegamenti sulle braccia, sviluppando addominali e bicipiti. Ponendola a terra orizzontalmente puoi salire sorreggendoti con le braccia sui due ferri del telaio di sostegno e quindi iniziare a flettere i gomiti, abbassando e rialzando il tuo corpo. Anzichè fare la sessione appoggiando i palmi a terra, puoi eseguire l’esercizio con l’ausilio della Pull-Up Mate. Un po’ più difficile ma più redditizio.


  4. Rematore supino:

    Rematore supino

    Chiamato in gergo Reverse Grip Rower è l’esercizio ideale per sviluppare i muscoli dorsali, costruendoti una schiena di ferro a partire dal trapezio. In posizione di trazione con presa supina e con una solida abduzione delle scapole, si forma un piccolo angolo all’altezza delle ginocchia cercando di tenere il corpo perfettamente allineato tra mani, spalle e piedi. Si lavora con le scapole, estendendo le spalle e flettendo i gomiti. Tecnicamente si sviluppa la muscolatura lavorando a catena cinetica chiusa.


  5. Oscillazioni con presa aperta:

    La Pull-Up Mate consente di lavorare anche con la presa aperta, ossia ponendo le mani sulla sbarra con una presa la cui distanza tra i palmi è superiore a quella delle spalle (si afferra la sbarra in prossimità delle estremità). In questo caso il corpo si erge verso l’alto spostando però in avanti le gambe portandole parallele al terreno, senza perdere però la linea rettilinea del corpo (non deve esserci angolo tra la parte superiore e quella inferiore). A questo punto si compiono delle oscillazioni facendo leva sulle mani (come fossero dei perni di una porta basculante di un garage) senza mai appoggiare i piedi a terra.


  6. Oscillazioni laterali:

    Erigendosi in trazione, formare un angolo di 90° all’altezza del bacino e mantenere la posizione per 2-3 secondi, prima di iniziare delle oscillazioni laterali senza mai perdere l’angolazione. Spingendo alternativamente verso destra e verso sinistra si opera un lavoro di rinforzo muscolare all’altezza della zona lombare e addominale.


  7. Rematore inverso a presa larga:

    La Pull-Up Mate ti offre questa nuova possibilità di esercizio. Disteso sulla schiena, stendi le braccia per afferrare la sbarra a presa larga mantenendo il contatto tra tallone e terreno. Sollevati fino a raggiungere l’estensione delle ginocchia e la corretta posizione dei gomiti, facendo però in modo di mantenere le gambe ben diritte.